Le scuole possono partecipare ai seguenti laboratori:

1. La carta del rischio archeologico

L’attività prevede la ricognizione sul campo finalizzata a contestualizzare le tracce archeologiche. I ragazzi, costituiti in “formazione di lavoro”, si muoveranno sul territorio individuando materiali lapidei e ceramici, che saranno fotografati e indicati sulla pianta topografica con appositi simboli di convenzione. Sarà allestito un mini laboratorio; i ragazzi passeranno all’analisi e catalogazione del materiale raccolto.

2. Simulazione di uno scavo archeologico

I ragazzi, organizzati in gruppi di lavoro, saranno impegnati nell’applicazione di tecniche di scavo su terreni appositamente preparati con materiale archeologico e strutture murarie. Successivamente, passeranno al lavaggio del materiale ceramico e al disegno su fogli millimetrati del materiale lapideo rinvenuto.

3. Costruzione di un’antica strada romana

All’interno di un’area verde, i ragazzi saranno impegnati nella costruzione di una strada romana, impiegando antiche tecniche di costruzione, materiale lapideo e legante argilloso. La messa in opera a gradini della strada consentirà la lettura dei quattro strati (statumen, rudus, nucleus, summum dorsum).

 

Il materiale didattico prodotto durante i laboratori rimarrà di proprietà della scuola.

Nel caso le attività si svolgano nel giardino dell’istituto, alla scuole resterà un laboratorio permanente di storia, con aree di scavo, strade e ricostruzioni di ambienti.

 

Clicca qui per richiedere preventivi o prenotare visite guidate.